Ricetta Costine in umido ai funghi
Costine in umido ai funghi

  • Difficoltá:
    4/5
  • Preparazione:
    N.D.
  • Dosi per:
    4 persone
  • Calorie a porzione:
      N.D.
  • Giudizio:
    Voto: 0
    Votanti: 0
    Media: 0/5


■ Ingredienti

  • 500 gr. di Costine Di Maiale
  • 40 gr. di Funghi Secchi
  • 2 Cucchiai di Olio D oliva Extra-vergine
  • 1 Cipolla Grande
  • 2 Spicchi di Aglio
  • 1 Foglia di Alloro
  • 6 Bacche di Ginepro
  • 1/2 Bicchiere di Vino Rosso
  • 400 gr. di Polpa Di Pomodoro
  • Sale
  • Pepe

■ Preparazione

Le quantità sono da intendersi per 4 persone.
Separate le costine una dall’altra e, se fossero molto grasse togliete il grasso in eccesso prima di cucinarle.
Mettete a mollo i funghi in una tazza di acqua calda.
Spellate la cipolla, tritatela insieme agli spicchi d’aglio e mettetela in un tegame insieme all’olio e alle bacche di ginepro che avrete leggermente schiacciato con la lama di un coltello.
Appena il trito comincia a soffriggere, unite le costine che dovranno rosolarsi lentamente insieme alla cipolla.
Regolate la fiamma a metà altezza (non al minimo) e girate spesso i pezzi di carne in modo che si colorino uniformemente e la cipolla si cuocia perfettamente senza tuttavia bruciacchiarsi.
Insaporite con sale e con una generosa macinata di pepe e quando l’umidità è completamente evaporata, bagnate con il vino.
Lasciatelo sfumare, unite il passato di pomodoro, incoperchiate e proseguite la cottura per circa due ore aggiungendo poco brodo caldo via via che serve, tenendo presente che alla fine il sugo dovrà essere abbondante e non troppo ristretto.
A metà cottura unitevi anche i funghi strizzati dall’acqua e tagliati a pezzetti.
Servite la preparazione ben calda insieme a una polenta morbida.
Le costine di maiale sono le punte delle costole di maiale e assumono nomi diversi nelle diverse zone d’Italia.
Abbiamo così le spuntature a roma, le puntine a milano, le tracchiolelle a napoli e in toscana servono per preparare la rosticciana.

Cerca ricetta per tag  
Carne »  Maiale » 

Migliora questa ricetta, aggiungi il tuo "tocco" o il tuo commento.